Italiano English Français Romanian Olandese Polacco

Piume e piumette





La Cia Diffusione Abbigliamento
Pagina principale
L'azienda
La storia della Cia Diffusione abbigliamento
Contatta il negozio a te più vicino
Come raggiungere i negozi
Servizi per la clientela
Lavora con noi
Loghi e pubblicità
Area riservata
Prodotti ESPERIENZA
Canale formazione
Responsabilità sociale d'impresa

Ufficio reclami

Reparti abbigliamento
Abbigliamento Uomo
Abbigliamento Donna
Abbigliamento Giovani
Abbigliamento Bambino
Puericultura
Abbigliamento Sportivo
Abbigliamento Tecnico
Abbigliamento Taglie forti
Biancheria per la casa
Abbigliamento intimo
Abbigliamento intimo premaman
Accessori pelletteria
Abbigliamento da lavoro e antinfortunistica

Cia nella società
News ed iniziative della Cia Diffusione
A difesa dei consumatori

Utilità
Manuale sulla lana
Tesine abbigliamento
The Antique Handblocks
Links utili
Links amici
Dizionario sul lavaggio
Dizionario tecnico


Cia servizi srl, la nuova
società che offre la consulenza strategica e la creatività necessari per potersi imporre sul mercato

www.ciaservizi.com
 


Franchising Cia Diffusione Abbigliamento

<< Torna all'indice <<

Piume e piumette
  di Chiucchiuini Silvia e Aprilotti Giorgia
 

Una storia lunga millenni ma che continua inalterata per il fascino che un materiale così vivo e naturale conserva nel tempo, confort, calore, benessere oggi come 2000 anni fa. Fin dai tempi più remoti ci giungono testimonianze archeologiche riguardanti l'allevamento dell’oca. Sembra fu praticato inizialmente in Mesopotamia e da qui si estese presto in Egitto, dove l’affluenza di molte specie si concentravano nel Nilo, ciò rese possibile la cattura e la domesticazione, in particolar modo dell'oca selvatica Anser-Anser.
Nell'Asia orientale fu altresì addomesticata l’oca Cignoide Cygnopsis Cygnoide. La specie Anser-Anser si suddivide in Linneo e Rubrirostis.
L'oca selvatica Linneo è una tra le più grandi, presenta un becco largo e robusto color arancio brillante. Il piumaggio è grigio bruno uniforme, con penne orlate di bianco. L'addome è bianco e il ventre avvolte macchiato da lievi macchie brune. Diffusa in Europa occidentale, in particolar modo in Inghilterra, Germania e Olanda.
A differenza della sottospecie precedente, la Rubrirostris presenta un becco rosa e un piumaggio sul dorso e sulle ali più chiaro e marcato. E’ diffusa nelle zone più orientali dell’Europa.
La specie Cygnopsis-Cygnoides ha la testa allungata con il becco lungo e piatto interamente nero, il piumaggio è per la maggior parte di color caffelatte per diventare grigio brunastro nella parte centrale. Il ventre, le parti posteriori e le parti inferiori della coda sono bianche. Abita vaste zone della Siberia settentrionale, sverna in Cina.
Molti oggetti che ci circondano vengono realizzati con le piume staccate da questi animali. Nella loro ammaliante morbidezza è nascosta una dose massiccia di crudeltà e sofferenza, infatti le piume per le imbottiture da trapunte, piumoni, piumini, materassi, cuscini, giacche a vento ed altri capi di abbigliamento vengono strappate senza anestesia alle oche.
Lo spiumaggio può avvenire in vari modi: i volatili terrorizzati vengono appesi per il collo, con le zampe legate, e vengono strappate loro tutte le piume dal corpo. Le oche dimenandosi si procurano serie ferite e quando questo tormento è finito, vengono gettate tra le altre vittime finché non sarà di nuovo il loro turno.
Questa tortura inizia quando le oche hanno otto settimane di vita, viene quindi ripetuta ogni otto settimane per altre due o tre volte. Una volta terminata l'operazione la pelle delle oche, terrorizzate e doloranti, viene spolverata con del disinfettante fino al prossimo spiumaggio.

Non è raro che esse nel tentativo di liberarsi si procurino ferite o fratture, inoltre la spiumatura può anche comportare la morte dell'animale per lo stress o per il freddo che devono sopportare in seguito. Ma a prodotto finito è impossibile sapere se il piumaggio viene da oche vive o morte.
I paesi in cui viene usato questo procedimento crudele sono la Cina, la Polonia e l’ Ungheria dove il 60% circa della piuma prodotta viene ottenuta con la spennatura dell'oca viva. In Svizzera spennare animali vivi sarebbe contro la legge.
Le piume d'oca vengono anche prese crudelmente dai nidi. Le oche creano dei nidi con il loro piumaggio, strappandosi le piume e sistemandole per proteggere i piccoli, l'uomo le ruba lasciando i cuccioli al freddo.
Vi sono due tipi fondamentali di piume: piume mobili che coprono la parte esterna del corpo e piume interne, che si trovano sotto le prime a contatto con l'epidermide.
Le piume d’oca usate per le imbottiture sono quelle che si trovano sul petto, sul collo e sotto le ali dell'animale.

Le caratteristiche principali della piuma sono:

  • coibente, cioè la piuma è un ottimo isolante termico e mantiene costante la temperatura del nostro corpo, basti pensare che ha un potere termico quasi doppio della lana;

  • igroscopica, la piuma permette la naturale traspirazione del corpo durante il sonno, assorbe l'umidità e la lascia evaporare lentamente, garantendone una temperatura ideale per il nostro corpo;

  • anallergica: l’acaro, principale responsabile della diffusione delle allergie, rifugge dalla piuma e preferisce la lana ed il cotone;

  • soffice: può sopportare pressioni molto forti e ritornare perfettamente uguale a prima;

  • leggera: la piuma è estremamente leggera e voluminosa quindi non comprime durante il sonno.

Per quanto riguarda la lavorazione di questo genere di materiale vengono usati maggiormente piume e piumini. Il piumino è la parte più pregiata del manto dell’oca. È un materiale straordinario perché dotato di proprietà esclusive come la leggerezza, morbidezza e capacità di mantenere costante la temperatura e il giusto grado di umidità del corpo. Le piume sono un ottimo isolante termico naturale e permettono alle oche di migrare dai climi caldi ai climi freddi conservando il calore corporeo.
Piume e piumini prima di essere utilizzati vengono trattati secondo una serie di operazioni rigorosamente controllate, così da renderli prodotti di ineguagliabile efficacia. Alcuni cicli basilari nella lavorazione di piume e piumini sono la selezionatura cioè dividere e classificare, mediante impianti totalmente automatizzati, la piuma grossa da quella fine e dal piumino.
Successivamente avviene un'operazione di bonifica del materiale quale la depolverizzazione. Dopo si passa al lavaggio che viene effettuato con lavatrici a ciclo continuo ed automatico e speciali prodotti detersivi biodegradabili e antibatterici. Terminati i cicli di lavaggio subentrano ripetuti risciacqui, e solo quando l'acqua apparirà terza anche questa operazione potrà dirsi conclusa. Terminato il ciclo del lavaggio si effettua la centrifugazione nella quale la piuma e il piumino verranno immessi in idroestrattori, che provvedono ad eliminare l'acqua in eccesso, in seguito la piuma e il piumino vengono sottoposti all'asciugatura in apposite autoclavi. La fase della lavorazione continua con altri controlli quali: la sterilizzazione, in questo processo la piuma e il piumino sono automaticamente sterilizzati ad una temperatura di 140°/ 165°.
Un’altra fase è il controllo del residuo grasso, nel quale vengono accettati valori compresi tra lo 0,8 e l’1,2% . In caso di valori più bassi il piumino sarebbe troppo fragile e si spezzerebbe perdendo la sua capacità di riempimento; con valori più alti invece rischierebbe di non riuscire a riespandersi in modo naturale, di creare aloni sul tessuto e di produrre cattivo odore. Si passa poi al controllo del pH (funzione logaritmica che esprime l’acidità o la basicità di una soluzione) del prodotto che non deve risultare aggressivo sulla cute.
La piuma ha un pH di 5,6, il cotone della fodera si assesta sul 5,8; entrambi sono valori “amici della pelle”.
Un parametro fondamentale di questo materiale è il Filling Power, che indica la capacità del piumino di riespandersi dopo una compressione e il suo potere di riempimento d’aria.
I tessuti che vengono utilizzati per piume e piumini sono materiali scelti in virtù di caratteristiche peculiari come: tenuta di piuma, stabilità in acqua e capacità di sopportare ripetuti lavaggi. I piumini sono realizzati in cotoni leggeri e morbidi o in tessuti innovativi come “TENECEL” una microfibra derivante da cellulosa che garantisce qualità come quelle di essere antiacaro, antibatterico e antimucotico.
Piume e piumini che sono messi in vendita sono suddivisi in ordine decrescente di qualità:

  • prima qualità: è una composizione di 100% piumino d'oca madre vergine selezionato ad alta resa ed ha un'imbottitura di altissima qualità, morbida al tatto e di alta resa;

  • qualità bianca: è una composizione di 100% piuma d'oca vergine;

  • qualità rossa: è una composizione di 90% piumino e 10% piumetta vergine;

  • qualità verde: è una composizione di 85% piumino e 15% piumetta vergine.

In commercio si possono trovare prodotti con prezzi molto differenti, il più pregiato e il più caro ha la forma di fiocco di neve con tante barbe. Il suo aspetto permette maggiori camere d'aria, che creano l'effetto di sofficità e garantiscono un maggior calore con un peso più ridotto.
Ci sono poi le piumette meno preziose, per alcune imbottiture vengono utilizzate insieme al piumino.

La piuma risulta ancora oggi il miglior materiale isolante e non è stata ancora sostituita da nessun altro materiale artificiale o tecnologicamente più innovativo. La piuma più nobile è quella che viene raccolta da particolari zone del corpo di uccelli acquatici: dal collo, dal ventre e sotto le ali.
Coperte e guanciali in piuma sono presenti in buona parte delle camere da letto degli italiani, giacche e giacconi imbottiti di piumino sono ancora tra i più ricercati, i motivi di questa scelta sono tanti. La piuma infatti possiede molteplici qualità precedentemente elencate. Inoltre c'è da aggiungere che la piuma è duratura nel tempo, un piumino o un giaccone di qualità possono essere utilizzati, con minime accortezze per 10/15 anni.
Per acquistare un buon prodotto bisogna seguire delle semplici linee guida quali: il primo passo è leggere con attenzione l'etichetta di composizione, piume e piumette non sono la stessa cosa, se vogliamo acquistare un prodotto di prima qualità il piumino deve essere al 100% d'oca madre vergine. Le piumette sono invece piccole piume che regalano al capo una maggiore elasticità.
La seconda informazione importante è la provenienza: i capi migliori sono quelli confezionati nel Nord Europa. Molto importante, non solo per motivi estetici, è la fodera, detta anche “intima” che contiene l'imbottitura. Il filato migliore è il cotone.
La manutenzione di questi capi nei primi anni dopo l'acquisto è minima, basta metterli all'aria per due giorni e due notti, meglio se in zona ombreggiata, prima di utilizzarlo.
Oltre alle altre informazioni già note si possono consigliare al cliente delle semplici operazioni per allungare la vita a piumoni e cuscini:

  • sprimacciare: batterli o scuoterli tutti i giorni aiuta a togliere il residuo umido della notte oltre che a impedire alla polvere di rimanere all'interno. Non usate il battipanni o l'aspirapolvere per questo lavoro in quanto rovinerebbero il tessuto del rivestimento;

  • arieggiare: è importante arieggiarli regolarmente all'aria aperta con clima asciutto evitando però di esporli al sole diretto o in giornate di nebbia e pioggia;

  • lavaggio: ogni cinque anni è consigliato un lavaggio del vostro prodotto in negozi specializzati che usino metodi particolari in grado di ridare vita ai vostri prodotti.

 
Cia Diffusione Abbigliamento P.I. 01352470569 - Privacy
Abbigliamento a: Roma - Viterbo - Grosseto - Terni - Orvieto - Civitavecchia
Siti internet - Grafica - Software personalizzato - Roma Viterbo Italia